Prestito con Delega

Prestito con Delega

Come la Cessione del Quinto, il Prestito con delega è una forma di finanziamento riservata ai dipendenti pubblici e privati.
La rata massima mensile non può superare il 20% dello stipendio netto e viene addebitata direttamente in busta paga.

Il tratto distintivo del Prestito con delega è la possibilità di essere richiesto da chi ha già ottenuto una Cessione del Quinto, è a tutti gli effetti un prestito affiancato a quest’ultimo.

Nel caso di convivenza delle due operazioni, la somma delle due rate non può superare il 40% della retribuzione netta.

delega.jpg

Caratteristiche

  • E’ un prestito non finalizzato a firma singola;
  • Il tasso e la rata rimangono costanti per l’intero periodo dell’ammortamento;
  • La rata massima cedibile non può superare il 20% della retribuzione netta
  • Può essere rimborsato fino a 120 mesi;
  • Importi personalizzati, permette di ottenere fino a 60.000 euro di erogato netto;
  • La rata viene addebitata sulla busta paga e versata direttamente dal datore di lavoro;
  • Può coesistere con la Cessione del Quinto.

Per ulteriori informazioni compila on-line la richiesta di preventivo, ti sapremo consigliare la scelta più adeguata alle tue esigenze e alla tua situazione economica.

ces22.jpg

Domande frequenti

- Cosa è una cessione del quinto dello stipendio?
La Cessione del Quinto è una forma di finanziamento riservata a lavoratori dipendenti, regolata dal DPR 5/1/1950 n. 180, che prevede il rimborso effettuato direttamente dal datore di lavoro del cliente mediante trattenute dirette, pari ad 1/5 della retribuzione mensile netta, sulla busta paga del richiedente.

- Quanto tempo è necessario per ricevere la somma richiesta?
All'atto dell'istruzione e accettazione della pratica si eroga l'anticipazione richiesta in un periodo che oscilla tra i 20 ed i 40 giorni, molto dipende dall'ente coinvolto.

- Chi può avere diritto alla Cessione del Quinto?
Oltre ai pensionati, possono usufruirne tutti i lavoratori dipendenti purché di ruolo o comunque in possesso di un contratto di lavoro a tempo indeterminato. Con tali requisiti, avrà accesso al finanziamento anche il lavoratore con altri finanziamenti in corso, protesti o pignoramenti, nonché cessione del quinto in corso. E' infatti possibile, in alcuni casi, rinnovare lo stesso estinguendo il precedente (purché si sia superato almeno 2/5 del periodo di ammortamento).

- Quale è il tasso di interesse applicato al finanziamento?
Il tasso d'interesse è stabilito dalla Banca d'Italia in conformità alla legge contro l'usura ed è costituito da interessi, commissioni e remunerazioni a qualsiasi titolo e spese.

- Come avviene il rimborso del finanziamento?
La Cessione del Quinto è una forma di finanziamento riservata a lavoratori dipendenti, regolata dal DPR 5/1/1950 n. 180, che prevede il rimborso effettuato direttamente dal datore di lavoro del cliente mediante trattenute dirette, pari ad 1/5 della retribuzione mensile netta, sulla busta paga del richiedente.

Chiamaci

0933 822807 - 392 0270131